La vera principessa sul pisello

Riassunto:

“Badate bene, è una storia vera!” avverte Andersen all’ultima riga della Principessa sul pisello. Beh, sin da bambina, Octavia Monaco, la scrittrice di questo libro, ne ha dubitato, ha deciso di approfondire la storia e l’ha riscritta. Così la principessa di Octavia Monaco, intelligente e indipendente, scopre il trucco e sceglie la libertà. Riuscendo a vivere davvero felice e contenta…

Commento:

Nella storia c’è un principe che trova sempre qualche difetto nelle ragazze che conosce e che mette alla prova per capire se sono davvero all’altezza di vivere una vita reale con lui. Aiutato da sua madre, sottopone una di queste ragazze alla prova del pisello, per capire se, accorgendosi del dettaglio sotto il materasso, possa dimostrarsi all’altezza di sua maestà. Ma la vera principessa, accortasi dell’inganno, decide di andarsene e, sacrificando l’agio della vita a palazzo, sceglie la libertà e se ne va in compagnia di amiche e sorelle. Il testo rappresenta il rovesciamento della fiaba classica e valorizza la figura femminile della vera principessa che è intelligente, arguta e insofferente rispetto alle costrizioni di una vita a palazzo già segnata. Permane la formula “e visse felice e contenta”, ma la variante al singolare sottolinea come il personaggio femminile della storia non abbia bisogno del principe per trovare la felicità. La ragazza sceglie piuttosto la libertà e il rapporto di amicizia e sorellanza femminile che il finale della storia lascia intravedere.

A cura di: Centro MeTRa (Italy)

Autore/rice: Monaco, Octavia

Illustratore/rice: Monaco, Octavia

Casa editrice: Orecchio acerbo

Città: Roma

Anno: 2008

Pagine: 24

ISBN: 9788889025635

Fascia d'età: 3 – 5

Lingua: IT

Lingua originale: IT

Parole chiave: Modello positivo, Principessa/principe, Riscrittura


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Parole chiave (OR)

  • Fascia d'età

  • Ordina risultati