Buffalo Bella

Riassunto:

Questa è la storia di una ragazzina che da piccola preferiva le pistole giocattolo alle bambole e che si diverte a confondere il lui e il lei per raccontare la sua vita quotidiana. “Per gli altri ero Annabill, io mi chiamavo Buffalo Bella”.

Commento:

Olivier Douzou è noto per la sua immaginazione e il suo umorismo giocoso. Eppure il titolo di questo libro è basato non sull’ironia, ma sull’emozione. Il testo sobrio basato sull’inversione delle comuni sillabe francesi “il” e “elle” e gli schizzi a matita di una ragazza in crescita fanno capire rapidamente che il libro è molto di più di una semplice esplorazione di genere, e che si affrontano i temi della libertà di essere e di amare chi si vuole. Mi piacerebbe che questo libro sensibile, poetico e sentito raggiungesse tutti i bambini che stanno esplorando la propria identità. E che per loro, il libro trovi un posto nelle biblioteche. [La Revue des livres pour enfants, Migliori libri del 2016]. Nella versione italiana di Giusi Quarenghi, al posto dei giochi di parole, le vocali maschili, femminili e neutre – o, i, a, e, u – sono sempre in grassetto, rendendo la lettura accessibile a un target di età più basso.

A cura di: University Library "Livres au Trésor" and the Research Centre "Pléiade" of the University of Paris 13 (France)

Autore/rice: Douzou, Olivier

Illustratore/rice: Douzou, Olivier

Traduttore/rice: Quarenghi, Giusi

Casa editrice: Settenove

Città: Cagli

Anno: 2017

Pagine: 60

ISBN: 9788898947232

Fascia d'età: 6 - 10

Lingua: IT

Lingua originale: FR

Parole chiave: Autoaccettazione, Empowerment, Identità, Sessualità

fr 
Disponibile in:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Parole chiave (OR)

  • Fascia d'età

  • Ordina risultati